L’Epidiolex: cosa c’è da sapere

Dal 25 settembre 2019, in Italia è possibile acquistare l’Epidiolex, un farmaco a base di cannabis e indicato per trattare forme rare e gravi di epilessia.

L’Epidiolex è prodotto da GW Pharmaceuticals ed è stato lanciato nel mercato degli USA nel 2018 e finalmente è stato approvato anche dall’Unione Europea.

È un farmaco a base di CBD ma senza THC. È liquido (infatti va ingerito come fosse uno sciroppo) ed è stato creato proprio per trattare alcune forme pediatriche di epilessia come la sindrome di Dravet (una sindrome epilettica generalizzata e sintomatica che insorge entro il primo anno di vita e che è caratterizzata da prognosi grave e ritardo psicomotorio ingravescente); e la sindrome di Lennox-Gastaut (questa malattia, definita epilessia generalizzata criptogenica o sintomatica, è caratterizzata da tre sintomi: crisi epilettiche multiple e cioè assenze atipiche, convulsioni assiali toniche e cadute atoniche o miocloniche improvvise; onde lente diffuse intercriptiche all’elettroencefalogramma durante la veglia < 3 Hz, picchi ritmici rapidi (10 Hz) durante il sonno; lieve ritardo mentale associato a disturbi della personalità.

Alcuni studi, pubblicati sulle riviste “The New England Journal of Medicine” e “The Lancet” dimostrano che il CBD insieme ad altre terapie antiepilettiche, può ridurre la frequenza e l’intensità delle crisi nei pazienti.
Gli eventuali effetti collaterali sarebbero: sonnolenza, diminuzione appetito, affaticamento, diarrea, innalzamento delle transaminasi, malessere, eruzioni cutanee, insonnia e disturbi del sonno.